Home Inventarsi un Lavoro Online Ci Vuole Coraggio

Ci Vuole Coraggio

Negli ultimi 10 anni mi sono dedicato proprio a questo.

Ho cercato di costruire il mio piccolo business online. Fra mille tentativi ed errori, ho scelto la mia strada: svolgere la professione di docente indipendente.

Nel corso del mio viaggio, ho scoperto queste tre cose fondamentali:

  1. Per creare un lavoro online è indispensabile possedere una competenza oppure un forte interesse sostenibile (“vendibile”) su un certo tema
  2. La maggior parte delle persone sono attratte dalle soluzioni rapide, facili, intuitive, dai trucchetti, dalle scorciatoie
  3. I “paraguru” lo sanno benissimo e fanno leva proprio su queste debolezze (soprattutto dei più giovani)

Conoscere questi tre semplici principi è il punto di partenza. Sapere queste tre cosette ti dà il potere di prendere decisioni più consapevoli e di cambiare direzione.

O forse no.

E sì perché, purtroppo, il 99% delle persone non conosce queste tre “verità” oppure non ha le minime difese culturali per proteggersi dai messaggi ingannevoli di questi “paraguru”.

Ora non voglio soffermarmi troppo sulle varie trappole mentali usate da questi personaggi per vendere i loro corsi, ma voglio parlarti invece di una concezione che pervade tutto il mondo del business digitale.

Vedi, le masse sono condizionate dalla logica del “di più”. Più visibilità, più persone, più copertura, più iscritti, più click, di più, di più e ancora di più!

Forse, e dico forse, ne sei attratto anche tu (me lo puoi dire, tanto non ci sta guardando nessuno) 😊.

Ma sì lo so… ci ho creduto anch’io per anni.

Il fatto è che hai bisogno di conoscere e, soprattutto, di interiorizzare quei tre principi che ti ho scritto prima. Senza di quelli, non è del tutto colpa tua se la pensi come la massa.

Tutti siamo sottoposti ad una comunicazione aggressiva ed arrogante, una comunicazione che instilla dei messaggi sbagliati nella nostra mente.

Ripeto, ne sono stato vittima anch’io.

La soluzione?

Prima di tutto, la tua consapevolezza. Dovresti riconoscere che il sistema è truccato, che le varie soluzioni che ti propongono si basano tutte sul “vecchio” schema pubblicitario.

Più visibilità. Più Click. Oppure sul modello del lancio perpetuo. Tu sei una merce. Quando è gratis, il prodotto sei tu.

Subito dopo la consapevolezza, c’è la scelta… la tua scelta.

Ma ci vuole coraggio.

Muoverti in direzione opposta rispetto alla massa significa creare un lavoro online abbastanza spaventoso 🙂

Nella mischia ti senti al sicuro. Provi un senso di sicurezza nel copiare quello che fanno gli altri (tipo i lanci di prodotti e corsi da migliaia di euro).

Perché funziona, giusto?

No. La maggior parte delle volte non funziona.

Però, questa mentalità del gregge apre un’opportunità per noi, per me e per te, che scegliamo di seguire un percorso alternativo.

Si scopre che non hai bisogno di un pubblico vasto per creare un lavoro online sostenibile.

Un lavoro che sia importante per un piccolo gruppo di persone disposte a pagarti per quello che fai. Un business che si rivolge solo a 1.000 fan affezionati.

Come si fa?

Beh, il sottotitolo di questa guida ti ha già svelato il segreto:

“In un Mondo di Rumore, Distrazioni e Paraguru, il “Grande Segreto” per Inventarsi un Lavoro Online e Conquistare una Vita Indipendente è Creare un Piccolo Business di Servizio

Quando scegli di concentrarti solo su quelle poche persone che vogliono migliorare e raggiungere i loro obiettivi, allora la dinamica cambia: dal marketing di massa alla connessione empatica.

Ho imparato questa lezione a mie spese. È stato un viaggio difficile e molto lungo. Anch’io mi sono lasciato influenzare dalla massa.

Copiavo quello che facevano gli altri. Copiavo ciò che i “paraguru” dicono: “Questo metodo funziona alla grande oggi, spacca proprio!”

Sì sì, come no.

Poi, ad un certo punto ho aperto gli occhi.

Tanto per essere chiaro, non voglio fare il buonista o il moralista. Ognuno fa ciò che vuole. A volte di proposito, altre volte senza sapere le conseguenze delle proprie azioni.

Però anch’io desidero essere libero. Anche le persone come me – e come te – possono decidere di dire “basta”, quando è troppo è troppo.

Possiamo decidere di dire “vaffanguru!”. È pure liberatorio 🙂

Le persone come me – e come te – non si vogliono uniformare alla massa. Vogliamo scegliere il nostro percorso, vogliamo essere “i registi del nostro film”.

Questa mentalità si fonda sull’idea di creare qualcosa di piccolo. Meno è meglio. Ad esempio: meglio meno follower e più clienti. O no?

Ma perché devo creare un’attività solo per avere sempre più fan, più “mipiace”, più visibilità… un lavoro che deve persuadere, costringere, abbindolare?

Ma perché devo creare dei “funnel” solo per riempire le mie liste di contatti email? Dici che più iscritti significa più vendite?

Mmhhh… non sono affatto convinto.

Ma non mi aspetto che tu mi creda. È qualcosa che devi provare tu stesso se hai il coraggio di voltarti ed andare in direzione opposta rispetto alla massa.

Un suggerimento:

Che ne dici di creare un sistema di marketing che sia progettato per creare clienti fin dall’inizio?

… e che, allo stesso tempo, possa filtrare e “buttare fuori” tutti gli altri?

Anche perché non sono quelli che stai cercando di aiutare, non è gente disposta a pagarti perché non gli importa niente di te e di ciò che fai.

“Cioè Marcello, mi vuoi dire che non devo rivolgermi a tutti e che, addirittura, devo filtrare e mandare via la gente dal mio sito web?”

Sacrilegio! Sì sì, lo so 🙂

Ma chi fa così?

Chi vorrebbe meno click, e non di più?

Chi vorrebbe meno iscritti, e non di più?

Chi è quel pazzo che si rivolge solo ad un piccolo gruppo di persone, e non a quanta più gente possibile?

Beh…

Quel pazzo sono io.

Ma anche Robin Good (uno dei miei mentori).

Ma anche Seth Godin (uno dei marketer più autorevoli al mondo).

E c’è qualche altro migliaio di persone che adotta questa strategia.

Il fatto è che tu non li vedi, non li senti.

Non vedi le loro pubblicità, non vedi i loro siti web, non vedi le loro landing page. Non vedi niente perché non vogliono farsi vedere da tutti.

Ed è proprio questo il punto!

CONTINUA »